Doppiofondo - NOINAVI

NOINAVI
Logo compassosquadra
Vai ai contenuti

Doppiofondo

Parte B-2 Suddivisione, integrità strutturale
Il doppiofondo ha lo scopo di contenere un evento di allagamento causato da una lesione del fondo, a seguito di strisciamento o incaglio.
Doppiofondo su navi passeggeri e navi da carico diverse dalle petroliere
Il doppio fondo delle navi si estenderà dalla paratia di collisione alla paratia del pressatrecce, per quanto possibile e compatibile con il progetto e la gestione della nave. Il doppiofondo si dovrà estendere per tutta la larghezza della nave.
Altezza del doppiofondo
ALTEZZA DEL DOPPIOFONDO
L'altezza "h" del doppiofondo delle navi cisterna è normato in maniera differente rispetto a tutte le altre navi.
MARPOL ha dettato i valori relativi alle navi cisterna comprese negli  Annessi  I e II; SOLAS ha imposto i limiti per tutte le altre navi.
Poiché la zona del ginocchio è molto esposta ai danni, il doppiofondo dovrà essere a sua volta condotto parallelamente al fasciame esterno o altrimenti ricorrere a soluzioni alternative. Le aperture di accesso ai doppifondi dovranno essere ridotte al minor numero possibile con chiusure stage.
I pozzetti che penetrano nel doppio fondo, necessari ai sistemi di drenaggio di stive, intercapedini, casse, ecc., saranno profondi lo stretto necessario. La distanza verticale dal fondo del pozzetto alla linea di chiglia non deve essere maggiore fra h/2 e 500 mm. Ove siano previsti serbatoi o“spazi vuoti” stagni, di piccolo volume, non è necessario il doppio fondo, a parità di condizioni di sicurezza della nave.
Ove una nave da passeggeri o da carico non fosse dotata di parte del doppiofondo dovrà dimostrare di essere in grado di sopportare i danni previsti nella tabella successiva.
Entità presunta del danno

Per 0,3 L dalla PPAV della nave
Qualsiasi altra parte della nave
   Estensione longitudinale
1/3 L2/3 o 14,5 m, a seconda di quale sia inferiore
   Estensione trasversale
B/6 o 10 m, qualunque sia minore
B/6 o 5 m, qualunque sia minore
   Estensione verticale, misurata dalla         linea di chiglia
B/20, da assumere non meno di 0,76 me non più di 2 m
Sono previste regole particolari qualora in una nave da passeggeri si voglia realizzare una grande stiva posta  in basso.
Torna ai contenuti