Macchine - NOINAVI

NOINAVI
Logo compassosquadra
Vai ai contenuti

Macchine

SOLAS II – 1 Part C
A proravia della paratia di collisione delle navi passeggeri
SOLAS II-1, Regola 39, non è consentito istallare:
  • fonti di energia elettrica di emergenza,
  • pompe antincendio,
  • pompe di esaurimento,
  • impianto fisso antincendio e
  • qualunque altra istallazioni di emergenza essenziali per la sicurezza della nave.

Eccezione:
  • verricelli di ormeggio e/o salpancore,
  • sistemi di prosciugamento degli spazi a proravia di detta paratia.
Prora
Apparato motore SOLAS II-1, Regola 26
  • Tutte le macchine e le apparecchiature presenti nei locali macchine devono essere costruite e sistemate in maniera da facilitarne la pulizia, la visita e la manutenzione.
     
    Gli scambiatori di calore a piastre si possono manutenere più facilmente degli scambiatori a fascio tubiero.
  • -Il locale macchine di governo deve essere realizzato in maniera che sia possibile accedervi in sicurezza e e sia munito di passamani, superfici anti-sdrucciolo per un lavoro sicuro in caso di perdite del fluido oleodinamico.

    Nave a turbina. Le valvole di parzializzazione in basso a destra
  • I locali macchine devono essere adeguatamente ventilati tenendo conto del funzionamento a piena potenza delle macchine e delle caldaie. Sono inoltre prescritte una serie di misure precauzionali contro la folgorazione ed altri pericoli di natura elettrica.
  • Tutti i recipienti in pressione, quali caldaie, serbatoi per aria, bombole, devono essere sottoposti alle prove di pressione prescritte prima dell’avviamento. Le sicurezze della caldaia saranno provate anche a caldo.
  • La macchina di propulsione principale e tutte le macchine ausiliarie essenziali per la propulsione e la sicurezza della nave devono essere progettate per funzionare quando la nave sia in posizione dritta che inclinata a qualsiasi angolo di rollio sino a 15° in condizioni statiche e 22,5° in condizioni dinamiche e con beccheggio (dinamico) sino a 7,5°.
  • Si devono prevedere doppi depositi per ogni combustibile, olio etc. di volume tale da consentire alla nave un’autonomia a pieno regime per 8 ore (navi costruite a partire dal 1998). SOLAS II-1 regola 26.11
  • Le macchine rotanti debbono essere provvisti di appropriati dispositivi che impediscano il rischio di sovravelocità.

Il  parallelogramma di Watt rileva le variazioni di velocità angolare

Pannello di controllo di autoregolatore di velocità angolare
  • I recipienti in pressione devono essere protette dalle sovra-pressioni tramite valvola di sicurezza.

    I serbatoi dell'aria compressa devono essere muniti di valvola di sicurezza che ne impedisca la sovrapressione.
  • Le caldaie a vapore nonché i generatori di vapore senza fiamma (a partire da una determinata superficie di scambio come dettato dai libri registri)  saranno dotati di almeno due valvole di sicurezza di capacità adeguata.

    Le caldaie a vapore debbono essere dotate di almeno due valvole di sicurezza con scatto simultaneo. Pressione di scatto a caldo 1,03% del valore di targa.
  • I motori a combustione interna (dia. cilindri > 200 mm. o volume del carter ≥ 0,6 m3)

  1. saranno protetti dalle esplosioni per mezzo di valvole di sicurezza. Queste saranno realizzate in modo tale  che il loro scarico non danneggi il personale.

Valvole di sovrapressione di un motore a due tempi, atto a  prevenire rotture del carter del motore a seguito di esplosione.

Valvole di sicurezza del carter di un motore a quattro tempi, atto a prevenire la rottura del carter a seguito di esplosione di nebbie oleose.
La prevenzione delle esplosioni si effettua monitorando le nebbie nel carter o / e monitorando le temperature dei cuscinetti di banco.

Sistema di rilevazione delle nebbie di olio nel carter dei motori diesel
  • Le turbine di propulsione a combustione interna e macchine ausiliarie saranno provviste di dispositivi di arresto automatico in caso di avarie, ad esempio guasti di alimentazione dell'olio lubrificante .
Reg. 26.4 Dead ship
Le navi devono essere dotate di sistemi, che senza alcun aiuto esterno, siano in grado di riavviare le macchine qualora si trovasse nelle condizioni di "dead ship" (nave morta).
DC
Caldaie
Le caldaie a vapore e i generatore di vapore senza fiamma avranno almeno due valvole di sicurezza (a partire da una determinata superficie di scambio come dettato dai libri registri). In determinati casi potrebbe essere consentita l'istallazione di una sola valvola di sicurezza ove vi sia un sensore che prevenga le sovra-pressioni. Sono previsti due indicatori di livello, di cui uno “visuale”.
Le caldaie automatizzate, avranno l’interruzione del combustibile per l'allarme di basso livello-acqua, mancanza di alimentazione d'aria o di fiamma. Almeno le caldaie per la propulsione, a tubi d'acqua, saranno provviste di allarme alto livello.
Per ogni caldaia di servizi essenziali saranno previste non meno di due pompe di alimento, con dispositivi di controllo della sovra-pressione. Il sistema di alimentazione dell'acqua alle caldaie avranno dispositivi che ne consentano il controllo; sono previsti dispositivi per l’impedimento di entrata di olio nel circuito alimento.
Bilge system: sistema di esaurimento dei compartimenti
Navi passeggeri e da carico saranno dotate di un sistema per l’esaurimento di qualsiasi compartimento stagno che non sia: acqua dolce, zavorra, olio combustibile o carico. Le stive isolate saranno dotate di propri mezzi di esaurimento.
Allo scopo si potranno utilizzare le pompe di zavorra, igiene o servizi generali. In similitudine alla MARPOL ANNEX I, il sistema deve essere tale da impedire il passaggio di acqua dal mare o dai depositi della zavorra verso (o da) il carico, il locale apparato motore nonché fra un compartimento e l’altro.
Il sistema di evacuazione dell’acqua deve essere in grado di funzionare in tutte le condizioni possibili dopo un incidente, a nave dritta o sbandata.
Navi da passeggeri
Non meno di tre pompe di esaurimento indipendenti connesse al collettore principale di esaurimento (una delle tre pompe potrebbe essere trainata dalla motrice principale).
Ove il “bilge pump numeral” sia  30 o più, si dovrà provvedere ad una ulteriore pompa indipendente Per il calcolo riferirsi a “SOLAS II-1, Regola 35-1.3.2. Il numerale è calcolato in funzione della lunghezza della nave, il volume del locale apparato motore, volume dei locali passeggeri ed equipaggio sotto il ponte delle paratie, tutto il volume al di sotto del ponte delle paratie ed infine il numero dei passeggeri per cui la nave è certificata).
La regola 35-1 3.9 detta il calcolo del diametro del collettore  principale di esaurimento; una sola macchina elettrica a servizio del collettore movimenterà l'acqua a non meno di 2 m/sec. Il collettore principale sarà essere posto in posizione sicura, ovvero al di fuori della “damage zone”, ovvero in posizione per cui la distanza dalla fiancata della nave, non sarà  inferiore ad un quinto della larghezza nave stessa.
Le pompe dovranno essere poste in compartimenti diversi.
In particolare, sulle navi di lunghezza ≥ 91,5 m o numerale ≥ 30, almeno una pompa sarà sempre disponibile per l'uso con qualsiasi tipo di allagamento; si potrebbe realizzare con una  pompa di emergenza sommergibile, alimentata da sopra al ponte delle paratie o pompe e fonti di energia distribuite lungo la nave in modo tale che una pompa sia sempre in un compartimento non allagato.
Navi da carico
Sono richieste due elettropompe collegate al sistema principale, una delle quali potrebbe essere azionato dalla motrice principale. In taluni compartimenti si potrebbe rinunciare al sistema di esaurimento se le condizioni di sicurezza fossero comunque soddisfacenti.
Torna ai contenuti